Il tuo browser non supporta JavaScript!

Rime

sconto
5%
Rime
titolo Rime
autore
curatore
argomenti Italianistica
Female
Meridione
Poesia
collana 4. Bussole
serie Antichi e moderni, 12
marchio Stilo
editore Stilo Editrice
formato Libro
pagine 144
pubblicazione 06/2019
ISBN 9788864792255
media voto
5/5 su 1 recensione
 

Abstract

La tragica fine a Valsinni della giovane poetessa lucana Isabella Morra, seguita da quella del presunto amante, Diego Sandoval de Castro, ha attraversato i secoli e alimentato l’immaginario collettivo. Da quando Benedetto Croce ha focalizzato l’attenzione sulla scrittrice e sulla sua produzione letteraria, non sporadici sono stati gli approfondimenti critici suquesta figura sospesa tra adesione al codice petrarchista, necessità della scrittu...
14,00 13,30
 
risparmi: € 0,70
Spedito in 3 giorni
La tragica fine a Valsinni della giovane poetessa lucana Isabella Morra, seguita da quella del presunto amante, Diego Sandoval de Castro, ha attraversato i secoli e alimentato l’immaginario collettivo. Da quando Benedetto Croce ha focalizzato l’attenzione sulla scrittrice e sulla sua produzione letteraria, non sporadici sono stati gli approfondimenti critici su
questa figura sospesa tra adesione al codice petrarchista, necessità della scrittura e programmatica aspirazione alla gloria letteraria. Questa edizione si ripropone l’obiettivo di inquadrare il mito di Isabella nel caleidoscopico avvicendarsi delle interpretazioni, con uno sguardo aggiornato alla fortuna della scrittrice. I testi delle Rime, corredati di note esegetiche e di puntuale
rinvio alle fonti, si offrono ai lettori rivelando ancora una volta tutta la loro freschezza e novità.
 

Biografia dell'autore

Isabella Morra

Isabella Morra (1520-1546), giovane poetessa lucana, è una delle più interessanti voci poetiche del Rinascimento italiano. La sua vita fu contrassegnata tanto da un grande amore per la poesia e la letteratura quanto da un complesso di tragiche vicende che culminarono con la sua morte, tramata dai fratelli. A Valsinni (Matera) è stato creato un parco
letterario in sua memoria e un Premio letterario è stato promosso dalla Casa della poesia di Monza.

Il merito fondamentale di Gianni Antonio Palumbo è quello di non essersi limitato soltanto a riproporre, con le debite annotazioni a piè di pagina, il breve canzoniere della poetessa lucana (come lascerebbe supporre il titolo del volume), ma di aver saputo inquadrare la sua scarna - quanto originale - produzione lirica nella cornice della sua vita e della società del suo tempo, e - soprattutto - senza tralasciare l'attenta considerazione degli apporti significativi dovuti alle sempre più numerose monografie che le sono state dedicate: a partire dalla 'riscoperta' di Benedetto Croce fino ai nostri giorni. Ne risulta una complementare pluralità di prospettive e una storia completa della critica morriana, ricchissima di dati, riferimenti e confronti, che riesce a evidenziare in maniera esaustiva e nitidissima il ruolo che la Morra ha rivestito nell'ambito della poesia femminile del Cinquecento. Per ampiezza e profondità di analisi, il libro ha forse un solo precedente: la bellissima edizione critica (con esemplare saggio introduttivo) di Maria Antonietta Grignani (Salerno, 2000), ma qui si ha in più l'importante aggiunta e commento di quanto si è ancora venuto scrivendo in proposito in questi ultimi venti anni.

Rassegna stampa per Rime

di Giovanni Laera
di Raffaele Nigro su «La Gazzetta del Mezzogiorno»
di Bianca Sorrentino su Poesia, di Luigia Sorrentino

Eventi collegati a Rime

Torrione Angioino, Bitonto, il 17.07.2020 alle ore 19.00, Bitonto

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.