Il tuo browser non supporta JavaScript!

I corvi scherzano a Varsavia

sconto
15%
I corvi scherzano a Varsavia
titolo I corvi scherzano a Varsavia
autore
curatore
argomenti Italianistica
Meridione
collana 7. Biblioteca di Letteratura Pugliese
marchio Stilo
editore Stilo Editrice
formato Libro
pagine 180
pubblicazione 10/2019
ISBN 9788864792309
 

Abstract

Il racconto che ha inaugurato la trilogia di Fiore dedicata all'Utopia del socialismo in Europa centrale
15,00 12,75
 
risparmi: € 2,25
Spedito in 3 giorni
Dopo aver partecipato al Congresso Internazionale degli Intellettuali per la Pace (Wrocław, 25-28 agosto 1948) Tommaso Fiore torna nella Repubblica Popolare di Polonia nel novembre del 1953 come capo delegazione della Associazione italiana per i rapporti culturali con la Polonia. Dalle impressioni ricavate nel corso delle due esperienze, soprattutto della seconda, nasce I corvi scherzano a Varsavia, che nel presente volume viene riproposto con l’aggiunta di un ricco apparato di note e di una introduzione che ricostruisce le vicende, a tratti rocambolesche e sempre curiose, di quei viaggi. Questo testo, ancora fresco e avvincente, sospeso tra il genere odeporico, storico, politico e puramente letterario, costituisce il primo tassello della trilogia che l’autore ha dedicato all’Utopia del socialismo in Europa orientale; ad esso seguiranno, infatti, Al paese di Utopia, sulla Russia sovietica, e Sull’altra sponda, dedicato all’Albania (entrambi già pubblicati da Stilo Editrice). L’interesse di Fiore per i Paesi del socialismo reale nasce dal suo forte impegno a favore del Mezzogiorno e ben si coniuga con la sua militanza antifascista e democratica.
 

Biografia dell'autore

Tommaso Fiore

Tommaso Fiore (1884-1973) è stato uno dei più illustri intellettuali pugliesi e protagonista del pensiero meridionalista del XX secolo. In politica si impegnò in modo particolare nella difesa dei diritti dei contadini; dopo la Prima Guerra Mondiale partecipò alla vita politica nel Partito d’Azione e, insieme a Salvemini, si impegnò contro le eredità del periodo fascista. Fu sindaco di Altamura (1920-22) e provveditore agli Studi di Bari (1944-48), oltre che docente di Latino e Greco presso il liceo classico di Molfetta. Allievo di Giovanni Pascoli, e poi di Benedetto Croce, ebbe un’intensa attività intellettuale, che spaziò da Virgilio a Erasmo da Rotterdam, da Tommaso Moro a Spinoza, con particolare attenzione, soprattutto nella seconda parte della sua vita, anche alla cultura russa. Fu autore di libri particolarmente importanti e suggestivi sulla Puglia contadina e operaia, come Un popolo di formiche (1952), che vinse il Premio Viareggio, Il cafone all’Inferno (1955) e Formiconi di Puglia (1963).

Rassegna stampa per I corvi scherzano a Varsavia

Intervista di Antonio Di Giacomo a Simone Guagnelli su La Repubblica

Eventi collegati a I corvi scherzano a Varsavia

Libreria Prinz Zaum, il 21.11.2019 alle ore 19.30, via Cardassi 93, Bari
Museo Civico, il 18.11.2019 alle ore 19.00, Strada Sagges 13, Bari

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.