Il tuo browser non supporta JavaScript!

Exultet I di Bari: storia di un documento liturgico || Barisera

Recensione di: Exultet I di Bari
18.04.2011
di Giuseppe Ceddia

Exultet I di Bari

Parole e immagini alle origini della letteratura di Puglia

editore: Stilo Editrice

pagine: 204

L’Exultet I di Bari può considerarsi, per tanti aspetti, un prodotto originale della cultura barese dell’XI secolo: lungo più di 5 m, largo 40 cm, è un rotolo di pergamena, uno dei ventotto scritti e miniati nell’Italia centromeridionale durante il basso medioevo, allestiti per cantare, nella veglia pasquale, il preconio, l’inno di esultanza della Chiesa per la risurrezione di Cristo.Il rotolo barese presenta un testo latino in parte originale rispetto a quello franco-ambrosiano entrato nel Messale romano e descritto con un carattere che passerà alla storia come bari-type, variante della beneventana. Il commento figurato, che abitualmente accompagnava questo tipo di opera, qui per la prima volta appare orientato in senso opposto rispetto al testo, così che, mentre il diacono lo cantava, il popolo poteva seguirlo attraverso le immagini.Questo Exultet barese mette insieme elementi latini e longobardi, bizantini e arabi, ebraici e armeni, classici e cristiani, in una sintesi culturale, religiosa e civile che costituisce la prima vera testimonianza della letteratura pugliese.In questa edizione si presentano il testo integrale, la traduzione, un puntuale commento filologico e iconografico e il confronto con la versione franco-ambrosiana.
15,00 14,25

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.