Massimo Maurizio || EVGENIJ KROPIVNICKIJ E ALTRI ESPERIMENTI DI SOPRAVVIVENZA LETTERARIA

ISBN 978-88-6479-218-7
dicembre 2018 • pp. 170 • € 20,00

Genere: saggistica
Temi: Evgenij Kropivnickij, cultura del periodo staliniano, modernismo, proto-samizdat
Destinatari: università, ricerca, studiosi

OPERA_ Il saggio analizza l’opera di Evgenij Kropivnickij e, tangenzialmente, di altre figure ‘minori’ del periodo, rilette come alternative estetiche all’utopia dello stalinismo e come precursori dei modi e delle forme caratteristiche del samizdat maturo.
È infatti opinione diffusa che la cultura sovietica degli anni Trenta e Quaranta sia stata − ad eccezione di rari esponenti del modernismo − monolitica e soggiogata al diktat realsocialista o confinata e quindi soffocata nei Gulag. In realtà, come spesso avvenne nella storia della Russia e nonostante le purghe e il terrore generalizzato, anche questo periodo ha avanzato poetiche personalissime, foriere di proposte estetiche e culturali alternative a quelle ufficiali, sebbene relegate al sottosuolo e inaccessibili al pubblico. Nei decenni più bui della storia sovietica, esse ebbero la forza di riattualizzare le conquiste del modernismo nel contesto disumanizzante della dittatura staliniana.

AUTORE_ Massimo Maurizio insegna Lingua e Letteratura russa all’Università degli Studi di Torino. In particolar modo si occupa di letteratura russa non ufficiale degli anni staliniani e post-staliniani, nonché di poesia contemporanea e di cultura sovietica del periodo 1930-1980.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *