Stornaiolo&i Radicanto per Chi legge arriva primo || 11 luglio, Bari

Ad aprire ‘Chi legge arriva primo’ l’evento inaugurale di martedì 11 luglio, con la partecipazione straordinaria dell’attore e conduttore Antonio Stornaiolo. A Francesco Minervini, direttore artistico del Festival, il privilegio di varcare la soglia del personnage per addentrarsi nella vita dell’uomo Stornaiolo e nell’intimo rapporto che lo lega ai libri e alla lettura. Ai Radicanto, band che da vent’anni unisce la musica folk alla canzone d’autore con contaminazioni di teatro, cinema e danza, è affidata l’animazione musicale della serata nella formazione in duo di Giuseppe De Trizio e Maria Giacquinto. La seconda parte dello spettacolo sarà invece dedicata alle letture dal mondo, a cominciare dalla misteriosa Albania. 


Lo spettacolo si terrà nell’area di San Cataldo, all’interno del quartiere periferico Marconi-San Girolamo-Fesca di Bari, dove sorge il cortile della Scuola Marconi, da qualche anno trasformato in Giardino condiviso, autentica testimonianza di “Scuola Aperta” e tangibile esempio di come genitori e residenti insieme, attraverso importanti percorsi di cittadinanza attiva, supportati dalle Istituzioni comunali e scolastiche, possano trasformare il volto del proprio quartiere. Qui martedì 11 luglio alle ore 20.00 avrà inizio il Festival letterario Chi legge arriva primo – Festival letterario delle periferie urbane, organizzato dalla Stilo editrice con il sostegno della SIAE- Società Italiana degli Autori ed Editori – progetto SIllumina e in collaborazione con il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.
L’obiettivo del Festival è quello di sostenere la cultura nelle periferie attraverso il coinvolgimento di autori e giovani interpreti under 35 provenienti dal mondo della scrittura, della musica e del teatro e non si esaurirà nei singoli eventi ma si concretizzerà con il potenziamento degli spazi del libro già esistenti e con la promozione di nuovi e inusuali spazi culturali con la collaborazione degli enti e delle associazioni già presenti nei quartieri come le comunità straniere, la Fondazione Giovanni Paolo II, l’Istituto Comprensivo ‘San Giovanni Bosco – Melo da Bari’, il Comitato Genitori della scuola Marconi, l’associazione dei Residenti di San Cataldo, il CUS – Centro universitario sportivo, la Cooperativa Tracceverdi e la Biblioteca Nazionale ‘Sagarriga Visconti-Volpi’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *